consorzio di bonifica
pianura di ferrara

256.733
ettari

superficie del comprensorio

4.241
chilometri

estensione dei canali

76
impianti

impianti di scolo

86
impianti

impianti di irrigazione

780
metri cubi al secondo

portata totale impianti

47.780
kiloWATT

potenza installata complessiva

Slider

Verranno distribuiti nel mese di dicembre i calendari 2019, che anche quest’anno il Consorzio di Bonifica ha pensato di realizzare visto il successo dello scorso anno. Due tipologie di Calendari differenti per gli alunni delle scuole elementari e medie . Per i bambini delle elementari sono stati creati quattro personaggi che rappresentano i principali elementi meteo: NEBULA, la nebbia; ELIOS, il sole; NIXA, la neve e PLUVIUS, la pioggia dovranno; dovranno colorare ogni giorno (tranne festività e vacanze) l’elemento predominante del meteo della giornata nel territorio ferrarese: se c’è sole o piove; se c’è nebbia o nevica. Una volta completato a fine anno e portato al Consorzio entro il 31 gennaio 2020, la classe parteciperà all’estrazione di una fornitura di quaderni con i personaggi meteo.

Per i ragazzi un po’ più grandi delle scuole medie invece è stato creato un “CALENDARIO DELL’ACQUA” che prevede per ogni mese una illustrazione che trae ispirazione da una citazione sull’acqua. In copertina compare la parola ACQUA in tante lingue del mondo.

Saranno consegnati più di mille calendari nel nostro territorio ferrarese, uno per ogni classe elementare e media, in questo modo il Consorzio di bonifica Pianura di Ferrara cerca di fare capire l’importanza dell’acqua e del difficile equilibrio tra acqua e terra, soprattutto in un momento in cui vi sono continui cambiamenti climatici e fenomeni piovosi estremi.

Il territorio ferrarese è sotto continuo controllo idraulico. Idrovore sempre pronte ad allontanare le acque in eccesso o a distribuirle nei campi alle coltivazioni assetate. Un vasto bacino circondato dal mare e dall’acqua dei fiumi Po e Reno.

Dagli interventi di Borso d’Este, all’epopea degli scarriolanti, sino agli attuali impianti idrovori, la storia di Ferrara è storia di acqua, di fiumi, di paludi e di fame di terra.

L’intento con questi calendari è di creare un legame tra i giovani e il territorio in cui vivono, facendo loro comprendere che la bonifica idraulica ne ha determinato la trasformazione; significativi sono gli aspetti sociali, economici e tecnologici che hanno accompagnato il processo di conquista di terre coltivabili e di insediamento.