consorzio di bonifica
pianura di ferrara

256.733
ettari

superficie del comprensorio

4.241
chilometri

estensione dei canali

76
impianti

impianti di scolo

86
impianti

impianti di irrigazione

780
metri cubi al secondo

portata totale impianti

47.780
kiloWATT

potenza installata complessiva

Slider
Che cosa manutenzioniamo e conserviamo

Gli impianti di Codigoro sono oggi posti al termine di due disinte reti di scolo, cosiddette di Acque Basse e di Acque Alte, che raccolgono e scaricano nel Po di Volano i deflussi provenienti da un comprensorio di oltre 50.000 ettari (comprendente, in tutto o in parte, i comuni di Ro, Copparo, Berra, Mesola, Codigoro, Jolanda di Savoia, Formignana, Tresigallo, Migliaro e Migliarino, nella fascia compresa tra il fiume Po e il Po di Volano).  
L’impianto originario dell’Ottocento, denominato di Acque Alte, costruito tra il 1873 e il 1875 era  il terminale unico delle reti di scolo del bacino di bonifica.
È da alcuni anni dismesso, pur conservando al suo interno due pompe ancora in grado di funzionare.
Tra il 1906 e 1910 gli è stato affiancato l’impianto di Acque Basse, tuttora funzionante, dotato di 8 elettropompe per una portata complessiva di circa 70 m3/sec.


Nel 1995 un nuovo impianto di Acque Alte serve la rete a quota dominante, con 6 elettropompe aventi portata complessiva di circa 50 m3/sec.

   Impianti idrovori di Codigoro, 1905                                                                        Nuovo Impianto Acque Alte, 1995