consorzio di bonifica
pianura di ferrara

256.733
ettari

superficie del comprensorio

4.241
chilometri

estensione dei canali

76
impianti

impianti di scolo

86
impianti

impianti di irrigazione

780
metri cubi al secondo

portata totale impianti

47.780
kiloWATT

potenza installata complessiva

Slider
Che cosa manutenzioniamo e conserviamo

Dal 1990 a oggi le principali realizzazioni del Consorzio sono state:

  • il nuovo Impianto Idrovoro Baura 2, inaugurato nel 1993; portata massima 14,9 m3/s;
  • il nuovo Impianto Idrovoro Codigoro Acque Alte, che è entrato in funzione nel 1995;
  • l’Impianto Idrovoro di S. Nicolò, costruito nel 1999;
  • l’Impianto Idrovoro Vidara Nord a Mesola del 2004;
  • l’Impianto Idrovoro ausiliario S. Antonino del 2009;
  • il nuovo Impianto Idrovoro di Pontelagoscuro, completato nel 2013;
  • altri impianti minori, come quello del Cittadino alle porte di Ferrara, il Collinara a Comacchio al termine del Canale di gronda Bosco Eliceo, il Vidara Sud a Mesola.

L’Impianto Idrovoro S. Nicolò è stato costruito nel 1999 appena a nord di S. Nicolò, ove esiste una importante botte a sifone che consente alle acque del settore meridionale del territorio comunale di Ferrara di sottopassare il Primaro per arrivare al  Circondariale del Mezzano e al mare. L’Impianto, della portata massima 9 m3/s, serve a scaricare parte di queste acque nel Po di Primaro.

 

L’Impianto Idrovoro Ausiliario S. Antonino, della portata di 12,45 m3/s, non coperto, è stato costruito nel 2009 per agevolare lo scolo dell’area del nuovo Polo Ospedaliero di Ferrara.