consorzio di bonifica
pianura di ferrara

256.733
ettari

superficie del comprensorio

4.241
chilometri

estensione dei canali

76
impianti

impianti di scolo

86
impianti

impianti di irrigazione

780
metri cubi al secondo

portata totale impianti

47.780
kiloWATT

potenza installata complessiva

Slider

Data di pubblicazione: 27/12/2018;

Tipo di appalto: Servizi

Breve descrizione:

In bonifica del Mezzano, ai lati dei Collettori Mezzano e Fosse, in destra e sinistra idraulica sono presenti fasce di terreno - pertinenze demaniali - larghe da 30 a 40 metri, sulle quali insistono alberature frangivento su più filari e con profondità variabile da pochi metri a 20-22 metri.

Il Collettore Mezzano – lungo 15 km circa – ricade nei comuni di Ostellato e Portomaggiore e le sue pertinenze in destra e sinistra idraulica assommano a circa 30 km.

Il Collettore Fosse – lungo 7 km circa – ricade nei comuni di Comacchio e Argenta e le sue pertinenze in destra e sinistra idraulica assommano a circa 14 km.

L’essenza arborea prevalente è l’olmo siberiano (Ulmus pumila) il cui impianto risale agli anni ’70 del secolo scorso.

Sono richiesti interventi sul margine più esterno, confinante con i terreni agricoli privati, per la manutenzione e messa in sicurezza delle piante, costituiti da:

  • potatura dei rami invadenti le proprietà agricole private laterali, sia branche primarie che secondarie, nel rispetto della ramificazione naturale;
  • taglio di singoli alberi, secchi o ammalorati;
  • rimozione della vegetazione arborea e arbustiva dal vicino fosso di guardia e dalle aree di espansione sui terreni agricoli dei proprietari privati confinanti con le suddette pertinenze demaniali;
  • rimozione parziale della biomassa già caduta a terra.

Dai suddetti interventi si stima ritraibile una biomassa di circa 5.000 tonnellate (stima per difetto).

Tenuto conto che l’impresa esecutrice potrà fare profitto della biomassa ricavata dall’intervento, l’impresa concorrente potrà, a suo giudizio:

  • richiedere un compenso per sé, espresso forfetariamente in euro, al netto di IVA, qualora ritenga che il costo dell’intervento sia superiore al valore commerciale della biomassa ricavata;
  • proporre un compenso a favore del Consorzio, espresso forfetariamente in euro, al netto di IVA, qualora ritenga che il valore commerciale della biomassa ricavata sia superiore al costo dell’intervento;
  • dichiararsi soddisfatta dai profitti ottenibili dalla biomassa ricavata, non richiedendo alcun compenso per sé, né proponendo alcun compenso a favore del Consorzio, qualora ritenga che il costo dell’intervento e il valore commerciale della biomassa ricavata siano sostanzialmente simili.

Documentazione:

01_GSg26AvvisoPreselezione.pdf
1.99 MB
29/05/2019 10:20:50
02_GSg26FacsimileManifestazioneInteresse.docx
18.96 KB
29/05/2019 10:20:49
03_GSg26CapitolatoTecnico.pdf
137.04 KB
29/05/2019 10:20:49
04_GSg26DUVRI.pdf
4.45 MB
29/05/2019 10:20:50
05_GSg26Invito.pdf
7.09 MB
29/05/2019 10:20:51
06_ModG16NC_Forn&ServDichCumulativaMINI.pdf
104.15 KB
29/05/2019 10:20:50
07_Planimetria_Frangivento_Argenta.pdf
1.76 MB
29/05/2019 10:20:51
08_Planimetria_Frangivento_Comacchio.pdf
3.63 MB
29/05/2019 10:20:52
09_Planimetria_Frangivento_Ostellato.pdf
6.7 MB
29/05/2019 10:20:52
10_Planimetria_Frangivento_Portomaggiore.pdf
1.53 MB
29/05/2019 10:20:53
11_GSg26VerbaleGara.pdf
1.28 MB
29/05/2019 10:20:53
12_GSg26DeliberaAffidamento.pdf
215.49 KB
04/06/2019 07:48:05